martedì 15 maggio 2012

Con la scusa della corruzione Il governo mette fuori legge il popolo.




Nel DDL anticorruzione proposto dal Ministro Severino c’è un imbroglio drammatico. Le relazioni sono reato indipendentemente dalla loro finalità.  Nell Art. 436-bis   sul  Traffico illecito di influenze (che ricorda tanto i tempi del traffico di indulgenze e l’imperio papale) l’illiceità è stabilita a priori sul “traffico” cioè le relazioni e non sulle caratteristiche delle influenze :
Chiunque, fuori dai casi di concorso nei reati di cui agli articoli 318, 319 e 319-ter C (che riguardano la corruzione di pubblici ufficiali e o il loro comportamento indebito al fine di ottenere vantaggi) , avvalendosi di relazioni esistenti con un pubblico ufficiale o con un incaricato di un pubblico servizio, indebitamente fa dare o promettere, a sé o ad altri, denaro o altra utilità, come prezzo della propria mediazione, ovvero per remunerare il pubblico ufficiale o l'incaricato di un pubblico servizio, è punito con la reclusione da uno a tre anni.
La stessa pena si applica a chi indebitamente da o promette denaro o altra utilità.
La pena è aumentata se il soggetto che indebitamente fa dare o promettere, a sé o ad altri, denaro o altra utilità riveste la qualifica di pubblico ufficiale o di incaricato di un pubblico servizio.Le pene sono altresì aumentate se i fatti sono commessi in relazione all'esercizio di attività giudiziarie. Se i fatti sono di particolare tenuità, la pena è diminuita”.
Ma se uno non concorre ai reati di corruzione comportamento indebito di cui al resto della legge  e quant’altro giustamente previsto negli articoli 318,319 e 319-ter, dove sta l’illiceità delle relazioni? Che il governo speri dopo la crisi dei partiti che lo sostengono nell’ira antipolitica dei cittadini è noto, ma qui la fattispecie è definita innanzitutto dall’avvalersi di relazioni esistenti .. Quali sono le ralzioni esistenti ? Aver incontrato un ministro o un politico?  Venire dalla stessa Università ? Magari la Bocconi’? Averlo difeso come imputato o curato i suoi interessi sig. Ministro? Aver  partecipato ad un convegno? Aver frequentato la stessa scuola ? O addirittura aver incontrato il Ministro dell’Agricoltura a seguito della iscrizione al registro di cui ha dato notizia in un’ottica di trasparenza? Sono tutte relazioni , eccome! Sono fuorilegge tutti i responsabili della relazioni Istituzionali delle grandi aziende.  Ma nella società della informazione non si basa tutto su network relazionali sempre più aperti? La seconda condizione per definire illecito il traffico è che il soggetto si indebitamente si fa dare o promettere vantaggi come prezzo per la propria mediazione.... o per pagare un pubblico ufficiale. Si badi non è illecita la richiesta di un comportamento indebito, è indebita la mediazione. Che vuol dire? se c’è un contratto di consulenza, o di servizio o una parcella è una mediazione debita ? E allora ?
La mediazione assieme alla relazione fa il reato, anche se ciò che si promette di ottenere non è indebito (cioè l’ascolto, la promozione di un interesse, evitare un'ingiustizia) ma legittimo.Una barbarie inutile.
Nella più dura delle leggi anticorruzione votate di recente in Europa l' Anti Bribery  Act Britannico del 2010, la chiave  è la definizione amplissima della corruzione  e sta nello lo “scambio” da parte del mediatore con un comportamento disonesto, illecito o anche improprio  della persona che svolge una funzione rilevante. E si chiariscono tutti i dettagli.
In un paese che continua a tenere lo Stato  e i suoi padroni tecnici o politici al riparo dal rapporto con le persone, con gli interessi che si manifestano in modo trasparente insomma al riparo dalla realtà, le zone grigie aumentano e non diminuiscono. on sono mediatori anche i sindacati , le associazioni professionali e Confindustria, non debbono essere pagati o sono illegali! Il corruttore è chi rappresenta la realtà e si fa sentire dal politico o dal pubblico ufficiale.
Si vuole equiparare la difesa di interessi legittimi dunque anche, ma non solo la attività di lobbying  alla corruzione ma il vero risultato sarà uno stato meno trasparente e l’assalto degli amici degli amici. Nonchè continuare a fare leggi sbagliate e presuntuose perchè lontane dalla realtà. Resta solo gridare come Grillo? Ma di che siete tecnici? e Voi politici che cosa votate?

Nessun commento: