giovedì 10 maggio 2012

Anna dei capelli bianchi

Bello il libro, ottimo il titolo.Quando me l'aveva chiesto avevo suggerito a Paola una cosa piú ammiccante «Mi piace lei.Dichiarazione d'amore per un Italia che non c'è" .  Perchè se dovessi indicare una testimonial del vituperato, aspirato e represso paese normale direi proprio Paola Concia.Il libro spiega perchè:radici rurali, spirito civico, ribellione e assenza di ideologismo, curiosità per tutto e tutte le persone,passione (follia) e spirito costruttivo. Donna in tutto, e femminista ma senza vittimisimi . Anzi di una corrente "eretica" del femminismo, quella della "differenza" che per lo piú è diventats. Libertaria e liberale. A sinistra per ragioni affettivo comunitarie, senza subire il Pantheon della sinistra.
Un'Italia scomoda ma feconda, perchè irrquieta. Anche omosessuale,ma non omofila. Una politica umana che parla e si prende a cuore le persone, che mette in primo piano i sentiment. Biopolitica nel senso migliore. Un bel libro: emozionale educativo anche sulla sinistra e sulla parte politica del movimento gay..con diverse notizie inedite..vale la pena leggerlo


Nessun commento: