mercoledì 30 marzo 2011

Google Quarterly

da Anteprima Blog La velocità è la vera "killer application" è sempre stato uno dei punti chiave del pensiero Google
Per questo la apparizione di un magazine per riflettere , prendere respiro, approfondire come Think Quartely, ideato da Google UK è una novità. E' stampato e inviato in poche copie per clienti e curiosi pensanti E' disponibile gratis in vari formati. In un mondo reso migliore, più vasto e ricco ma anche più impegnato e affannato dalla disponibilità di tanta informazione e dati . I dati sono i veri eroi del presente e del futuro.
E' una scelta in linea con le ultime novità e vengono intervistati alcuni dei campioni del nuovo trend del gigante mondiale della ricerca e dei servizi web based. E' già sato scritto che Google non è solo divenato più grande, è anche cresciuto. A gennaio il cofondatore Larry Page è diventato CEO sostituendo Schmidt. Nessuno si è impressionato o ha pensato male. Anzi è sato considerato il segno di una evoluzione da parte dei fondatori. Una compagni più grande che vuoe restare ambiziosamente innovativa, rivoluzionaria, ha bisogno di più resposnabilità. L'Ingresso dell'econometrista Hal Varian come Chief Economist, ha fatto subito scuola. Interviste e argomenti sulle next things o challenge per il mondo sono iil sale di questo magazine. Tutto ruota intorno ai dati, all'enprme sconfinate possibiltò che aprono , se aperti e accessibili i dati. Il mondo dei dati consente di predire e guidare l'economia del presente (Hal Varian). ha bisogno di una nuova mentalità nel business e nelle scelte di governo, come propone un altro personaggio chiave reso famoso dal Think Tank Ted è Hans Rosling : medico e statistico che con il software Gapminder propone una nuova mentalità basata sui fatti che solo un certa "visione grafica" può sostenere.
Il tutto con una selezione stupefacente di "bei numeri" , di siti statistici , informativi, belli e appassionanti fondati sull' "information is beautiful" . (qui vedete da information is beautiful una versione della piramide delle radiazioni e dei loro effetti in diverse condizioni che chiarisce molto a proposito di rischi)
Massimo Micucci

Nessun commento: