lunedì 24 maggio 2010

Forum Al Jazeera: Puntoit e Reti propongono appuntamento a Bruxelles su new media in Europa e Mondo Arabo

Puntoit - unica Associazione italiana presente a Doha - ha commentato: 'Il Forum di Al Jazeera è un'occasione unica per esplorare il dinamismo dei cambiamenti con il loro impatto sulla regione ed oltre'.

Al Jazeera

Al Jazeera ha annunciato che diffonderà gratuitamente su internet tutti i contenuti multimediali prodotti dal canale televisivo nell'ambito di un'iniziativa a sostegno della libertà di informazione nel mondo arabo. L'annuncio è stato fatto a Doha, in Qatar, dove si è aperto il V Forum Al Jazeera.

Wadah Khanfar, il direttore generale dell'emittente, ha illustrato il lancio di "Al Jazeera Initiative for internet Freedom", un nuovo progetto strutturato su tre pilastri. Oltre alla diffusione online dei contenuti multimediali, è previsto infatti che il desk diritti umani dell'emittente realizzi progetti di tutela per i media 'attivisti' e i blogger del mondo arabo. Inoltre il network intende realizzare formazione e fornire attrezzature (videocamere e telefoni digitali) ai citizen journalist che vogliano mettere le loro produzioni a disposizione del canale.

Il forum è stato incentrato sul tema del cambiamento del mondo dei media tra futuro ed evoluzione tecnologica, un'occasione unica per esplorare il dinamismo di questi cambiamenti con il loro impatto ed esaminare i modi in cui il mondo dei media, di internet, i cui contenuti viaggiano su reti tlc a banda larga ed ultra veloce, possa meglio riflettere su questi cambiamenti.

Al Jazeera Forum anche quest'anno ha ospitato un mix internazionale di addetti ai lavori, giornalisti, analisti, accademici, intellettuali per contribuire a comprendere i cambiamenti nella regione ed il suo ruolo nel panorama mondiale.

Al Forum ha partecipato anche una delegazione di Puntoit, unica Associazione italiana presente a Doha. "Il Forum Annuale di Al Jazeera a cui partecipano i maggiori esperti del settore - secondo Puntoit - è una occasione unica per esplorare il dinamismo di questi cambiamenti con il loro impatto sulla regione ed oltre, ed esaminare i modi in cui il mondo dei media, di internet, i cui contenuti viaggiano su reti tlc a banda larga ed ultra veloce, possa meglio riflettere su questi cambiamenti. Al Jazeera Forum stato creato proprio per questo. Per dibattere, discutere, ed estendere la discussione sulle dinamiche critiche del Medio Oriente nel contesto del mondo globalizzato".

Puntoit, associazione che promuove l'economia creativa e digitale, ha proposto di organizzare insieme a Reti il Forum Al Jazeera a Bruxelles, sulla visione dell'Europa e del Mondo Arabo sui new media e sulla new politics.

Come noto Al Jazeera è una tv in chiaro la cui strategia è quella di avere più contatti possibili. Oggi è diventata la prima televisione mondiale ed è in continua espansione. Nata solo 14 anni fa come il primo canale mondiale di news in lingua araba. Nel novembre del 2006 Al Jazeera ha lanciato il canale in inglese diffuso in oltre 190 milioni di case in oltre cento paesi. Oggi le redazioni contano oltre 60 uffici di corrispondenza nel mondo. La crescita è stata continua ed inarrestabile. Nel 2001 viene lanciata Al Jazeera.Net il servizio online rafforzando il suo ruolo di una delle maggiori fonti d'informazioni del mondo arabo. Nel 2003 nasce Al Jazeera.Net in inglese, a cui fanno seguito Al Jazeera New Media che utilizza piattaforme quali YouTube, Facebook e Twitter e Al Jazeera Mobile. Nel marzo del 2006 Al Jazeera diventa una corporation media internazionale sotto il nome di Al Jazeera Network.



--
Massimo Micucci
m.micucci@retionline.it

Nessun commento: