venerdì 13 novembre 2009

Rumori — The Frontpage

220.000 volte Feltri.
La tiratura dei giornali, come l’età delle signore, è uno dei misteri meglio custoditi al mondo. Bisogna dunque procedere con i piedi di piombo. Sembra però che Vittorio Feltri abbia davvero fatto il botto, come si dice a Roma: il suo “Giornale” avrebbe raggiunto questa settimana le 220.000 copie. Niente male, soprattutto per Feltri: una parte del suo stipendio, infatti, è legata alla tiratura. Non altrettanto bene andrebbe invece “Libero”, in parte cannibalizzato proprio dal “Giornale”.

E qualcuno si dice certo che Belpietro stia già facendo le valigie, destinazione Rai2, per lasciare la poltrona a Franco Bechis.

Marrazzo batte tutti.
Se si fosse ripresentato alle elezioni, il prossimo marzo, Piero Marrazzo avrebbe stravinto contro qualunque avversario. Questo, a quanto pare, uno dei risultati più sorprendenti di un sondaggio promosso dal Popolo della Libertà in vista delle candidature per le Regionali. Né la Polverini, né Tajani, né altri avrebbero potuto battere il governatore uscente. Ma le cose sono andate altrimenti e il centrodestra tira un sospiro di sollievo.

Il sollievo di Draghi.

Le solite malelingue giurano che a tirare davvero un sospiro di sollievo dopo la sentenza Zunino non siano stati i vari Passera, Profumo e compagnia cantante, ma il governatore della Banca d’Italia in persona, Mario Draghi.  Che non avrebbe certo voluto vedersi rivoltato come un calzino mezzo sistema bancario italiano, soprattutto di questi tempi. Resta però un dubbio: come l’avrà presa Tremonti?

Posted via web from massimomicucci's posterous

Nessun commento: