giovedì 1 ottobre 2009

Congresso PD : Kamchatcka e un Continente a scelta

PRIMARIE PD, RANDAZZO: SCELTA BERSANI IN OCEANIA E' SEGNALE CHIARO (1)
(9Colonne) Roma, 1 ott - La mozione Bersani risulta nettamente in testa a conclusione dei congressi di Circolo del Pd nella ripartizione Africa-Asia-Oceania-Antartide della circoscrizione elettorale estero. Per la convenzione di ripartizione, tenutasi a Sydney domenica 27 settembre, sono stati eletti 11 delegati, della lista Bersani con il 53% dei voti degli iscritti dei 7 Circoli Pd nel collegio intercontinentale (uno in Tunisia, due nel New South Wales, due nel Western Australia, uno nel Victoria ed uno nel South Australia), a fronte dei 9 delegati col 47% per la Mozione Franceschini.
"E' un segnale sufficientemente chiaro di scelta da parte degli aderenti al Partito Democratico nella divisione geograficamente più estesa, ma la più piccola in termini numerici di elettori, della circoscrizione Estero, i quali esprimono la preoccupata consapevolezza della necessità di rompere con una leadership collezionatrice di sconfitte e fallimenti fino all'orlo dello sfascio della formazione d'opposizione parlamentare al regime Berlusconi con quei disastrosi 35 per cento alle politiche dell'anno scorso e 25 per cento alle europee di quest'anno", ha dichiarato il senatore Nino Randazzo, eletto nella ripartizione, prima con l'Unione di Prodi e poi con il Pd di Veltroni, e sostenitore della mozione Bersani.
"Come unico sopravvissuto d'oltremare della mia parte politica nell'aula del Senato, mentre per insipienza gestionale della campagna elettorale all'estero nel 2008 sono stati regalati al centrodestra i due senatori delle Americhe che avevamo nella quindicesima legislatura - ha proseguito il sen. Randazzo - credo di avere il pieno diritto di reclamare e contribuire ad una svolta di strategia, programma e struttura del partito, incluse una revisione dell'astruso regolamento del Pd all'estero e maggiore sensibilità e rispetto per le realtà italiane fuori d'Italia di quanto non se ne abbia oggi". "Mi ritengo soddisfatto dell'inclusione nella Mozione Bersani di uno specifico e dettagliato riferimento alle politiche per gli italiani all'estero così duramente demolite dall'attuale governo (cosa che Franceschini si è ben guardato dal fare): indicazione di serietà e lungimiranza anche in questo settore, che non potranno non riflettersi nei risultati delle primarie il 25 ottobre", ha concluso il parlamentare. Intanto si sono costituiti in Australia 18 "Comitati per Bersani Segretario (7 a Sydney, 5 a Melbourne, 5 a Perth, uno ad Adelaide). Un altro è stato formato a Tunisi.

Nessun commento: