lunedì 1 dicembre 2008

Porno tax, Raddoppio IVA sulla Pay TV ,ammazzablog, telefonini e basta co ste tasse sui contenuti e i contenitori


Chi scrive ha visto con interesse tante scelte del governo Berlusconi , persino alcune delle più discusse : gli interventi su napoli, nulla in contrario sulla politica di rigore sui dipendenti pubblici, e sul riordino della Univresità ed il taglio dei corsi di laurea.... E penso che l' opposizione dovrebbe agire in modo propositivo, in una ottica di unità nazionale in una crisi così grave.
Va detto però che, diversamente da quanto annunciato,il carico fiscale non diminuisce ma aumenta ; i provvedimenti per dinamizzare l'economia , sono inconsistenti. L'unica cosa che questo governo sembra saper fare è promettere soldi a tutti carico dello Stato salvo poi tassare le imprese (e cittadini) , soprattutto se sono concorrenti di mediaset. a questo dovrebbe pensare la oppisizione con proposte alternative. Ma chi volete che si azzardi ad investire in un paese che cambia le regole del gioco a favore dlle imprese di proprietà del premier ? e la tesi che anche mediaset è penalizzata è ridicola poichè in quel settore ha una parte minima dei suoi introiti.... Adesso persino Murdoch diventa di sinistra ?
Il blitz di tremonti per il raddoppio dell IVA , appare un gesto disperato, un segnale di chi dopo aver fatto promesse non mantenute a tutti....è costretto a reperire denaro. Non si tocca nessuna delel radici della crisi, le finanze degli enti locali son allo stremo, non si riduce la spesa pubblica se non sulla scuola e la ricerca . vengono annunciate tasse sui telefonini, l'avvio della Porno tax inventata dalla Santanchè ..e rimane pendente una legge che dovrebbe costringere i bloggers a nuove tasse
Bondi , berlusconi decideranno cosa è pornografia : la Cappella sistina ? i Vecchi calendari della Carfagna ? I film Vietati ai minori su mediaset o quelli sulla 7 ? E quali Libri sono Porno ??? ma dove stiamo finendo ? Non dovrebbe partire dall'industria dei contenuti e magari dalal convergenza delle piattaforme la ripresa...Non dovrebbe un governo presunto liberal, facilitare la libertà dei cittadini di acquistare ,scambiare contenuti ci cui questo paese è così ricco ?
forse è il caso di muoversi....resta in ballo la tassa sui telefonini ? (dove c'è il 40 % della produttività in europa)
Ma soprattutto queste tasse creano nuova occupazione, nuova riccheza , novo sapere o ne distruggono ?
Gruppo su facebook

2 commenti:

Franco Spicciariello ha detto...

Beh, quella su Sky, se proprio bisognava aumentare una tassa, mi sembra quella socialmente meno impattante.

Chi ha un pacchetto completo Sky paga €63 al mese (€756 l'anno). Sarà demagogia, ma credo sia più giusto aumentare del 10% l'abbonamento a chi si può permettere certe cifre che, ad esempio, al canone.

Sul mobile totalmente d'accordo con te.

La Pornotax fa ridere. già m'immagino la fila di richieste per essere inseriti nella commissione che Bondi dovrà istituire per decidere cosa è porno. Commissione che quantomeno avrà tanto da lavorare: sedute notturne, audizioni, ecc... :-)

fredia laila ha detto...

Offerta d'aiuto

Buongiorno,
Innanzitutto ve li consiglierei di diffidare delle offerte sul netto e gli avvisi. Poiché più del 90% di quest'avvisi sono fraudolenti. Al giorno d'oggi ci sono sempre più frodi. Volevo prendere in prestito denaro, dopo avere inviato un avviso, ogni giorni io ricevono più di 25 messaggi nulla che truffatori che chiedono denaro siano dicendo spese di cartelle. Ed eliminavo il loro messaggio ma un giorno sono caduto su una persona nominato leonido veronas, credevo che facesse partito anche dei truffatori del netto ma alla mia grande sorpresa quest'ultimo è diverso, egli mi ha fatto un prestito di 40.000 euro con un tasso molto bene di 2% rimborsabile sul numero di tempo che desiderate. Ve lo confermo e se succedesse che ricercate di prestito contattate per mail. Ecco la sua posta elettronica:

leonidoveronas@gmail.com

NB: Vi informiamo e vi giuro anche ho dovuto solo pagare tasse di iscrizione e contratti di rientrare in possesso miei fondi.