giovedì 27 novembre 2008

Joi Ito e Assumma

Ottimo e collaborativo "match" tra Joi Ito , AD di Creative Commons e il Presidente Assumma. Vedremo se si faranno passi avanti...verso la possibilita' di far convivere condivisione e diritto d'autore e se nasceranno nuovi modelli di Business.

martedì 25 novembre 2008

Un tassa sulle comunicazioni mobili ! Ma non avete altre idee ?


Dopo petrolieri e banche la "robin tax" ha nel mirino il mondo delle TLC. L'ipotesi è allo studio del ministro dell' Economia e potrebbe trovar posto in settimana tra le misure del Governo per dare copertura ad alcuni interventi di sostegno all'economia reale. Ma quale sostegno può dare una tassa sul taffico telefonico mobile ?
Stiamo parlando del settore che rappresenta il 40 % della produttività in Europa, del settore a più alta potenzialità innovativa, e anche di quello su cui si punta per stimolare gli investimenti nella larga banda. Invece di preoccuparsi del suo sviluppo giù una tassa nuova ?
Sembra che il provvedimento dovrebbe colpire solo quelli che fanno utile (sic ?) , per efficienza o per quota di mercato non importa. Se fosse così sarebbe assolutamente anti concorrenziale, e comunque non colpirebbe come nel caso dei petrolieri extra profitti dovuti a speculazioni sul mercato, visto che i costi delle tariffe delle comunicazioni mobili sono calati grazie alla concorrenza….e siamo alla vigilia di una forte crescita dell’internet mobile, che speriamo l’Italia non perda
La logica della concorrenza tanto rivendicata che solo in questo settore ha dato risultati per i consumatori ed ha contribuito al contenimento dei prezzi al consumo , Vogliamo che peggiori questo dato ?
Il sistema fin qui adottato ha anche prodotto effetto di ridurre già ( a differenza di altri settori) margini di guadagno e investimenti, di cui pure c’è bisogno per allargare la banda e aumentare al connettività e accessibilità del sistema. Anzi vengono previsti stanziamenti pubblici a tal fine . Ci sono già state pesanti ristrutturazioni e ne sono previste altre (almeno 5.000 in telecom) regolarmente accompagnate da ipocrite solidarietà politiche e peserà l’aumento dei tassi di interesse
Ma è possibile che questo settore assieme a quello della It sia trattato come banche e petrolieri con la differenza che adesso alle banche in crisi i soldi ( in pochi gorni trilioni di dollari in tutto il mondo) si danno e alle TLC si tolgono ?
Non è che ci sia da gioire delle vicende delle nostre Telcos, ma francamente tagliare senza pensare è come tagliarsi il futuro

sabato 15 novembre 2008

No alla legge Levi ammazzablog ! Non lasciamo questa battaglia a Di pietro


La proposta è stata già approvata dal consiglio dei ministri del precedente governo...ma non ancora al parlamento, e stiamo sicuri che passerà, perchè dx e sx su una cosa sono d'accordo: il popolo italiano è da spennare imbavagliato.

La legge Levi-Prodi prevede che chiunque abbia un blog o un sito debba registrarlo al ROC, un registro dell'Autorità delle Comunicazioni, produrre certificati, pagare un bollo, anche se fa informazione senza fini di lucro.Berlusconi sta rilanciando con tutta soddisfazione della stampa mainstream e con la scusa della diffamazione, si linitano anche i guadagni dei bloggers..tutti equiparati ad attività economiche...che prevedrebbero le stesse carte di una grand impresa editoriale anche per chi guadagna 100 euro !!

In questo modo per avere uno spazio web occorrerà l'autorizzazione del ROC

energy and climate era...a new perspective

giovedì 13 novembre 2008

Reti organizza..il 27 novembre a Milano...videoblog


Copyright & Creative Commons
Diritti e poteri sulla rete
Faccia a faccia tra
Giorgio Assumma Presidente della Siae
Joi Ito Ceo delle Organizzazione Creative Commons
(Io farò da buttafuori)
Scaricare un file per motivi non commerciali è un atto di pirateria ? le violazioni del Copyright riguardano chi le fa o i service provider ?
Come proteggere i diritti e anche guadagni degli autori senza limitare la consocenza
Esiste anche un modello di business basato su diritti non commerciali. Gratis è un Business ?
Queste e tante domande verranno fatat a due mondi finora poco comunicanti , quello dei sostenitori della apertura della rete e quello degli autori e produttori
Senza idee precostituite guardando dove ancora gli altri non guardano...
un pò di filmati tanto per gradire
contro la pirateria



Intervento del presidente SIAE su diritto d'autore e format



filmato gruppo giovanile sulla Siae e i problemi dei govani artisti



Il diritto d'autore e i creative commons
spiegato ai giovani

L'influenza di Google

il modello di auto aiuto , di consapevolezza dilaga...

 
 

Inviato da buzzico54 tramite Google Reader:

 
 

tramite Luca De Biase il 11/11/08

L'influenza di Google

A quanto pare, ai primi sintomi dell'influenza le persone non chiamano il dottore: interrogano Google. E quindi Google può studiare la diffusione della malattia, arrivando a una sorta di mappa dell'influenza. Il risultato della ricerca sarà pubblicato da Nature. Come Achille, si può leggere la notizia «pensando positivo e vedendo negativo»: tra il New York Times e il Drudge Report.


 
 

Operazioni consentite da qui:

 
 

lunedì 10 novembre 2008

Sequestrati dai banditi

Parto alle 7 da Valencia , alle 9 a malpensa 10 e 30 in ufficio poi riunioni a rotta .Lo sciopero della minoranza dei lavoratori alitalia paralizza il traffico e blocca anche l'aeroporto, enormi disagi...Dopo due ore di ritardo e unagiornata di viaggio (con quattro riunioni sul groppone) alla fine non c'e' la rampa ! Sequestrati ! Si chiama la polizia niente annunci di Air One !! Liberi alle 22 puff !!

venerdì 7 novembre 2008

Dice che sto Obama ha usato tantissimo internet....si può sapere qcsa di più ?

Vediamo come ?



Obama su facebook


Massiccio e virale l'Uso di You tube
Ballando da Ellen

Obama Girl : guardate quante visite in tutti questi social media

E ancora.... su Twitter : microblogging

Ma in verità ha cominciato con linkedin il network professionale , postando il suo CV

Numeretti Numeroni ; social communities che già esistevano : una campagna virale , dove i social mentworks hanno preso il potere ....




solo un piccolo esempio....
ma obama ha raccolto così la gran parte dei soldi su internet

lunedì 3 novembre 2008

Il ministero degli esteri tedesco passa a Linux



 
 

Inviato da buzzico54 tramite Google Reader:

 
 

tramite Quinta 's weblog : Il Blog di Stefano Quintarelli di Stefano Quintarelli il 03/11/08

Link: DE: Foreign ministry: 'Cost of Open Source desktop maintenance is by far the lowest' — Open Source Observatory.

The Foreign Ministry is migrating all of its 11.000 desktops to GNU/Linux and other Open source applications. According to Schuster, this has drastically reduced maintenance costs in comparison with other ministries. "The Foreign Ministry is running desktops in many far away and some very difficult locations. Yet we spend only one thousand euro per desktop per year. That is far lower than other ministries, that on average spend more than 3000 euro per desktop per year." )MG


 
 

Operazioni consentite da qui: