venerdì 10 ottobre 2008

Una foto dalla crisi e poche idee sottovoce


Loro hanno fininto i soldi : dunque lei perde !

Ho anche una Proposta : evitate di seguire troppe notizie mettetevi un pò di tappi nelle orecchie..!
Un eccesso di notizie tutte proveinenti dai mainstream media è certamente nocivo per prendere delle decisioni
facciamo un esempio : tutti hanno paura degli inceidenti aerei, pur sapendo in molti che l'aereo è infinitamente più sicuro dell'auto
Questo dipende dall'effetto del volume di informazioni sul singolo incidente aereo , il tema riguarda il rapporto tra informazioni e che fare....
Inoltre sulla crisi esistono due scuole : una che dice che bisogna intervenire , ed è quella che prevale; l'altra sostiene che bisogna che la crisi faccia pulizia per arrrivare a nuovi compertamenti e che non si debbono impedire i fallimanti, ma solemante porteggere i cittadini...
ed oggi è meno trendy....Ci sono più verità nella seconda a mio avviso che nella prima , ma i governi quali che siano i loro orientamenti farebbero bene a tenerne conto equilibrato. Penso che dovrebbero tenerene conto cittadini e imprenditori : non farsi prendere dal panico, riorganizzare bilanci personali ed aziendali, in modo più austero e coerente.ma soprattutto coominciare a fare i conti con un mondo che troveremo cambiato non necessariamante in peggio, dove la finanza sarà meno industria della carta e meno creativa, dove l'industria manifatturiera rinnovata e i servizi dovrannao garantire più produttività e diventando attrativi rispetto alla finanza pura per i capitali "liberati" dalla speranza fasulla della speculazioni...Chissà non ci sia ragione di stracciarsi le vesti.

Nessun commento: