lunedì 20 ottobre 2008

Islanda drammatica crisi dell'economia reale

Dopo tre giorni di totale chiusura, la Borsa ha segnato un profondo rosso, perdendo il 76,13%.
Tutte le banche nazionalizzate e rinegoziazione dei crediti con GB...Lo Stato in Bancarotta

L'Islanda e' stata a lungo in testa a tutte la classifiche per le condizioni di vita,sostenibilita' ambientale,diritti sociali.Il primo ministro aveva appena evocato lo spirito vichingo di una piccola economia che era andata all'assalto delle vicine impres nordiche.La crisi globale sembra avere distrutto in un colpo solo tutti i sogni del paese dei Geyser: bancarotta di istituti finanziari,riduzione drastica della occupazione,crisi delle economie familiare costrette a sospendere il pagamento dei mutui..Anziani senza risparmi e giovani senza casa ..migliaia di impiegati senza lavoro.Cosa e' successo all'estremo nord europeo ? Molti fattori ma in particolare il forte aumento del costo interno del denaro e la propensione a investire nei più' redditizi prodotti extra nazionali, sembra aver innescato una crisi rapidissima e una spirale immediatamente trasferitasi all'econmia reale....Un dramma che potrebbe essere l'anticipo di quanto avverra' nel continente...

Nessun commento: