domenica 21 settembre 2008

Le indipendenze variabili di manuel castells

Le indipendenze variabili

L'uso della volontà di indipendenza dei popoli è uno strumento geopolitico fondamentale

Internazionale 761, 11 settembre 2008

Il riconoscimento russo dell'indipendenza dell'Ossezia del Sud e dell'Abkhazia ha fatto salire la tensione internazionale. E ha dimostrato l'importanza crescente dei movimenti indipendentisti nella geopolitica mondiale.

A seconda del chi, del come e del quando, le potenze mondiali e la “comunità internazionale” si dichiarano favorevoli all'autodeterminazione di popoli oppressi o condannano le minacce all'integrità territoriale di un paese. Osseti e abkhazi si erano sollevati in armi contro la Georgia quando l'Unione Sovietica stava crollando, nello stesso periodo in cui i ceceni si ribellavano contro la Russia...continua

Nessun commento: