sabato 2 febbraio 2008

Dall'espresso apprendo che avrei tirato l'applauso al voto di  Fisichella contro Prodi ,durante una cerimonia della fondazione Cinema Per Roma
Questo mio  "entusiasmo" per la caduta di Prodi,secondo il giornalista Marco Damilano, sarebbe la prova della insofferenza dei Veltroniani e di D'alema per Prodi , questo perche' appena trent'anni fa ho collaborato con Veltroni e Bettini nella FGCI (per gli storici organizzazione nata oltre sessant'anni fa di cui si trovano tutt'ora tracce secondo alcuni saggisti nei recessi della classe dirigente italiana ben nascosti e occultati  ) dove effettivamente
 mi sono divertito assai.Viene citato anche il mio impegno di quasi dieci anni fa con D'alema anche questo vero: tutte persone che stimo e considero amici che ormai purtroppo incontro di rado.
I dati biografici che confermo sono pero' l'unica cosa vera dell' articolo. Per il resto :non sono stato invitato ahime' alla interessante cerimonia con Bettini e dunque non c'ero ne' io ne' il mio avatar antiprodiano,ne' quello d'alemiano di ferro. Nessuno di noi tre  peraltro ha motivi per rammaricarsi per la caduta di prodi e per la crisi grave che ci conduce a elezioni con una legge elettorale ridicola. Meno che mai sono mai stato un fan del prof Fisichella . Purtroppo nulla di tutto cio' puo' suscitare entusiasmo. In me solo un po' di pena e molta distanza. Tutti speriamo invece che il giornalismo di fiction dia risultati più divertenti.Dalla politica qualche radicale sopresa.
Massimo Micucci

Nessun commento: