domenica 6 gennaio 2008

I Cofirmatari del Complotto Franceschini, Veltroni,Berlusconi......

Sistema elettorale alla francese


.....ma che siamo impazziti ? Chi ?

Presentato in data 27 giugno 2007; annunciato nella seduta pom. n. 179 del 27 giugno 2007.

SISTEMI ELETTORALI , ELEZIONI POLITICHE , CAMERA DEI DEPUTATI , SENATO DELLA REPUBBLICA

dalla relazioneIl sistema elettorale che si intende introdurre con la presente disciplina si richiama a quello in vigore in Francia per l’elezione dei membri dell’Assemblea nazionale e si caratterizza quindi per la reintroduzione dei collegi uninominali, estesi a tutti i seggi in palio per la Camera dei deputati e per il Senato della Repubblica, e per la previsione del secondo turno eventuale, cui si accede qualora nessun candidato abbia ottenuto la maggioranza assoluta al primo. Al secondo turno, si dà luogo ad un ballottaggio tra i due candidati che abbiano raggiunto il maggior numero dei voti validi. Com’è noto il sistema elettorale francese ha garantito in quel paese una progressiva e non artificiosa ricomposizione del sistema dei partiti lungo uno schema di tipo bipolare.
Esso consente sia l’espressione dell’autonomia delle forze politiche al primo turno sia un’aggregazione al secondo e assicura quella vicinanza tra eletto ed elettore che nel nostro sistema è stata duramente colpita dal recente sistema elettorale fondato su liste bloccate e lunghe.


De che stamo a parlà ?

Ah già ma allora Veltroni non era stato eletto leader !

1 commento:

Italy for Obama ha detto...

Penso che nessuno stia capendo niente e che dobbiamo avere più coraggio nel proporre le cose, tutti.
Per esempio il partito democratico: non si riesce ad avere un'idea comune, coraggiosa.
Barack Obama impersonofica perfettamente quello che ci vuole nel mondo odierno, più speranza, più unione, meno settarismi!
Ciao
Alla prossima

OUR MOMENT IS NOW!

barackobama.ilcannocchiale.it