martedì 4 dicembre 2007

Contro l'ideologia delle reti !!!

Per un retiologo incallito è stato un trauma e un piacere : trovare un libro di critica radicale della scienza-teoria-moda delle reti intese come ideologia-maschera-sostanza dela società contemporanea, allineata con la critica della siociologia come ideologia dei fenomeni sociali,poi con la mediologia,etc.
L'ideologia delle reti secondo Musso è frutto degradato del dominio dei tecnici e in particolare degli ingegneri , dopo essere stata utilizzata come icona e sistema prima fin dai tempi dei greci , di Ippocrate per spiegare il cervello e il corpo, poi con l'industrialismo natura e società come corpo ,
Solo Saint Simon (di cui Musso è grande ammiratore) ne definì le caratteristiche esplictamente strumentali (come assetto sociele alternativo) da allora e soprattutto con la grande internet è il dominio degli ingegneri, deificata quasi fino ad assorbire corpo , società, transazioni ...in un unicum "naturalizzato a forza"...Società in rete , stato reto "sono - secondo Pierre Musso concetti utilizzati per giustificare e spiegare la atomizzazione , la crisi della deomocrazia...dai papi di internet"
Naturalmente non mi spaventa, e non condivido ma è interessantissimo l'approccio genealogico al termine ed alla sua potenza attuale, e il richiamo anch'esso radicale e ideologico ad un umanesimo che si vuole contrapposto.

Stimolante sennò sulla rete/amaca ci si addormenta.

Nessun commento: